Come lavare le tende in lino

Lavare le tende di casa molto spesso può rivelarsi una vera impresa. Se non vengono trattate con le giuste precauzioni, le nostre belle tende (magari anche nuove) possono accorciarsi, stropicciarsi o rovinarsi irrimediabilmente.

In questi appuntamenti settimanali vi racconteremo le nostre tecniche e vi sveleremo alcuni dei trucchi che usiamo quando ci occupiamo della manutenzione delle tende.

Per cominciare, è opportuno ricordarci che ogni tessuto ha caratteristiche uniche e diverse dagli altri: la seta, ad esempio, è molto delicata e va lavata solo con particolari precauzioni; il lino, invece, è un tessuto più “da battaglia” e può essere messo anche in lavatrice.
La prima cosa da fare sarà, dunque, controllare le etichette con le istruzioni per il lavaggio e capire se sono presenti alcuni indicazioni particolari o controindicazioni.

Oggi vogliamo iniziare questa serie di appuntamenti parlandovi delle TENDE IN LINO (e intendiamo lino al 100%).

Lavare le tende in lino

Esistono diversi tipi di lino: il lino garzato, quello stropicciato, il lino – lana e la tela di lino. Procediamo con ordine.

  • Il LINO GARZATO, cioè quello leggero a trama più larga, non è particolarmente difficile da trattare. Se la tenda è molto sporca, consigliamo di iniziare con due risciacqui in lavatrice (con il programma apposito “solo risciacquo”, senza centrifuga). Nella lavatrice è sempre meglio inserire uno o due teli alla volta per evitare che si stropiccino o che non si lavino in profondità.

    Una volta fatta questa prima operazione, possiamo procedere al lavaggio vero e proprio. Usiamo un detersivo liquido, neutro, senza sbiancanti o additivi. Impostiamo la lavatrice con un programma di lavaggio delicato a 30° e con pochi giri per la centrifugazione (massimo 400).

    Una volta finito il lavaggio, possiamo procedere stendendo la nostra tenda. La cosa migliore sarebbe appenderla dall’alto, in modo che resti tutta stesa; se questo non è possibile, possiamo metterla su uno stendino (se riusciamo senza piegarla per facilitare la stiratura).

    E parlando di stiratura…attenzione! Sempre in senso orizzontale, mai dall’alto al basso perché sennò i nostri teli si allungano. È opportuno usare il ferro a temperatura media. Il risultato migliore si ottiene stirandole quando sono ancora un po’ umide e senza vapore.

  • Per il LINO STROPICCIATO la procedura è la stessa, ma possiamo aumentare i giri della centrifuga (fino a 800), aggiungere un po’ di ammorbidente (così da renderle più morbide) e possiamo riappenderle direttamente alla finestra anche da umide perché non occorre stirarle. Se ci sono delle pieghe che non vi piacciono, nebulizzate con acqua e ammorbidente o con un po’ di vapore del ferro da stiro.
  • Il LINO – LANA, invece, è leggermente più delicato. In questo caso, è sempre opportuno verificare che le nostre tende possano essere lavate in acqua, utilizzando un programma di lavaggio delicato (per lana) massimo a 30°. La centrifuga è bene che non superi i 400 giri; per un risultato migliore, possiamo anche aggiungere un po’ di ammorbidente. La stiratura si effettua allo stesso modo del lino garzato.
  • La TELA DI LINO, molto più robusta, può essere lavata anche a 40° con un programma delicato. Questo tessuto, però, si stropiccia molto durante il lavaggio; la cosa migliore sarebbe non centrifugare e aggiungere un po’ di amido per facilitare la stiratura. Anche in questo caso, per l’asciugatura sarebbe meglio appenderle dall’alto, così da farle stare completamente stese e limitare le pieghe.
    La stiratura, in questo caso, va fatto con le tende ancora umide, con il ferro a temperatura medio-alta e sempre in senso orizzontale.

Bene, ora non vi resta che provare! Ma se avete dubbi, problemi o qualche domanda non esitate a chiedere!
Nel prossimo appuntamento parleremo di come trattare le tende in poliestere e quelle in misto-lino.
Non perdetevelo!

16 commenti su “Come lavare le tende in lino

  • Ho in casa una tenda di lino larga 4 metri alta 2,70 che dopo un lavaggio si è allungata purtroppo forse a causa di una stiratura nel verso sbagliato. Si può rimediare in qualche modo?

    • Buongiorno Luigi, dipende molto anche dal tipo di tessuto: se è lino al 100% può provare a lavarla nuovamente e stirarla nella direzione del lato lungo; in caso contrario, sarà necessario accorciarla.
      Per qualsiasi altra domanda o informazione, siamo a disposizione!

  • Ho lavato le tende in lino in lavatrice seguendo le indicazioni qui descritte. L’unico inconveniente per me preoccupante è che una volta riappese e asciutte viene fuori una lanetta bianca , mi chiedo perché? Dove ho sbagliato?

    • Buonasera Romina, la ringraziamo per il suo utilissimo feedback. La rassicuriamo che la procedura è corretta e che è un’evenienza che capita spesso; infatti, alcuni tessuti in lino subiscono dei trattamenti per ottenere un effetto più morbido e cascante, i quali provocano una perdita di consistenza delle fibre del tessuto. In queste circostanze noi utilizziamo una spazzola di saggina per rimuovere dalla tenda quella “lanetta bianca” che si forma dopo il lavaggio. Si tratta comunque di una caratteristica intrinseca di quel tipo di tessuto. Siamo a disposizione, un saluto.

  • Le mie tende in lino richiedono lavaggio a secco. Posso cmq là varie in lavatrice programma lana a freddo con 400 giri di centrifuga?

    • Buongiorno Cristina, se le istruzioni di lavaggio consigliano a secco, sarebbe meglio seguire le indicazioni in quanto dipende molto dalla composizione:
      – se il tessuto è 100% lino ma non è stato bagnato prima della lavorazione, sicuramente con il lavaggio ci sarà un calo;
      – se c’è una percentuale di viscosa, con il lavaggio in acqua il tessuto perde consistenza e lucidità;
      – se c’è della lana, questa può stropicciarsi molto con il lavaggio.
      Lavandole in acqua, c’è il rischio che si rovinino.
      Siamo a disposizione, un saluto.

  • Buon giorno ho due dietro vetri di lino da mettere nella stessa porta, li ho ricamati io e dopo averli lavati uno si è allungato e l altro si è accorciato. I disegni del ricamo non combaciano più con 1 differenza di 5 cm 1 dall altro. Da premettere che prima ho comprato 1 telo e l ho ricamato e poi dopo tempo ho fatto l altro e quindi se pure il colore è lo stesso forse cambia la qualità del lino, essendo che non l ho comprato tutte e due assieme.
    Vi prego di aiutarmi.
    Grazie anticipatamente.

    • Buongiorno e grazie per averci contattato! Il problema potrebbe derivare dalla stiratura; potrebbe provare a bagnare quello più corto e a stirarlo in verticale (può darsi che si allunghi) e a ribagnare quello lungo e stirarlo in orizzontale. L’altra alternativa è quella di disfare la parte alta e la parte bassa, riportarli a misura centrando il ricamo; questo però è un lavoro un po’ più complesso e delicato.
      In ogni caso, è possibile che già con la prima soluzione riesca a sistemarli. Siamo a disposizione, un saluto.

  • Buona sera,

    ho letto con interesse i vostri consigli, io avrei un problema diverso in un tendone di quelli ricamati mi si è formato un grosso alone giallo e non so che soluzione trovare a questo spiacevole danno. Ovviamente la tenda era bianca cambiare colore, eventualmente in che modo? Grazie anticipato.

    • Buongiorno Cristina e grazie per averci contattato. Solitamente gli aloni gialli sulle tende sono causati dal sole che ingiallisce le fibre (specialmente quelle naturali). Potrebbe provare con uno sbiancante non troppo aggressivo (non candeggina, ma quei detersivi per tessuti delicati che sbiancano). Noi sconsigliamo di darci il colore; in questo caso pensiamo che il rimedio possa essere peggiore del danno. Siamo a disposizione, una buona giornata!

  • Buongiorno ho lavato le tende 100/100 Lino in lavatrice ma purtroppo si è formata tanto cascame e ho riempito la casa di polvere come posso rimediare? Grazie

    • Buongiorno Antonietta, purtroppo le tende in puro lino trattate per avere l’effetto “vintage”, con mano morbida ed effetto stropicciato, quando vengono lavate tendono a fare quel “cascame” che vede. Solitamente è una cosa che dura poco, dopo pochi giorni giorni smette; in ogni caso, può provare a spazzolarle delicatamente per rimuovere il più. Siamo a disposizione, Art Casa.

  • Buongiorno due anni fa ho acquistato una tenda in lino mista a bamboo (almeno così me l’hanno spacciata), oggi finalmente sono libera e decido di lavarla per la prima volta, risultato: si è completamente disintegrata. Ho utilizzato un lavaggio delicato con acqua fredda e bassa centrifuga così come mi era stato consigliato dal venditore. E’ come se la tenda fosse di carta anche perchè rilascia una quantità esagerata di pulviscolo bianco. Cosa è potuto succedere? Ho contattato il venditore per avere spiegazioni ma è il 16 di Agosto e sarà in vacanza alla faccia mia e dei 1040,00 euro che gli ho lasciato per la tenda 🙁

    • Buongiorno Francesca, ci dispiace molto per quanto accaduto. Non sapendo esattamente di che tipologia di tenda si tratti, potrebbero esserci diverse spiegazioni: forse il sole potrebbe aver fatto “bruciare” le fibre, cosa che succede anche con la polvere; oppure il tessuto richiedeva un lavaggio non in acqua. Il pulviscolo bianco è dovuto al fatto che la tenda ha del lino, ma è anche il problema minore perché dopo qualche giorno smette. Le consigliamo comunque di provare a ricontattare il venditore e di provare a parlare con la ditta produttrice. Siamo a disposizione, Art Casa

  • buon giorno ho acquistato circa 10 metri di tenda misto lino per realizzare 3 tende prima di cucirle le ho messo a bagno e’ ho usato l’ammorbidente, dopo l’asciugatura il tessuto e’ risultato stropicciato, dopo averlo stirato il problema persiste . come posso rimediare?

    • Buongiorno Michele, di norma il tessuto in misto lino non dovrebbe stropicciarsi col lavaggio, ma può succedere se questo avviene a temperature elevate (superiori ai 30 gradi). Una soluzione potrebbe essere quella di ribagnare completamente il tessuto in acqua fredda e stirarlo quando è ancora umido con il ferro a vapore. Siamo a disposizione, Art Casa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *